Dirty dancing DVD, recensione e trama

Pubblicato il da Cetty

Dirty Dancing – Balli proibiti è un film del 1987 interpretato da Patrick Swayze e Jennifer Grey. Nel 2004 ne è stato realizzato un prequel: Dirty Dancing 2: Havana Nights.

TRAMA

1963. Francis Houseman, chiamata da tutti semplicemente Baby, va in vacanza nel prestigioso villaggio turistico di Max Kellerman, nelle Catskills Mountains, con i genitori e la sorella maggiore. Una sera la ragazza fa una passeggiata verso gli alloggi del personale e incontra un ragazzo con due meloni che sta portando tra le braccia con enorme difficoltà. La ragazza gli offre il suo aiuto, accompagnandolo agli alloggi e qui incontrerà il giovane Johnny, uno dei maestri di ballo del villaggio, che aveva già notato poco prima, rimanendone affascinata. Più tardi Baby scoprirà che la compagna di ballo di Johnny, Penny, è incinta e ha bisogno di 250 dollari per abortire. Senza esitazione, Baby li chiede al padre. Per permettere a Penny di sottoporsi al piccolo intervento, Baby la sostituisce in un’esibizione di ballo in un albergo delle vicinanze. E quella stessa sera tra la ragazza e Johnny scoppierà l’amore. Più tardi Johnny viene ingiustamente accusato di furto e viene licenziato (nonostante Baby testimoni in suo favore raccontando di aver passato la notte insieme a lui) ma, la sera dell’ultimo giorno, il ragazzo ritorna e, insieme a Baby, si scena in un mambo che coinvolge tutti gli ospiti dell’albergo.

NOTE SUL FILM

La sceneggiatura è molto semplice e lineare, quasi prevedibile oserei, con il classico happy ending che difficilmente si trova nella realtà ma, senza dubbio, questo film rappresenta uno dei cult degli anni Ottanta che ha appassionato e continua ad appassionare generazioni intere di ragazze. Nonostante il tentativo di ambientare la storia negli anni Sessanta, un attento osservatore non può fare a meno di notare alcuni piccoli elementi che dissonanti, che fanno parte più degli anni Ottanta che dei Sessanta (come l’acconciatura della vedova bianca che approfitta dell’assenza del marito per cercare l’amore tra il personale dell’albergo o i fuseaux di Baby). Dal punto di vista tecnico, è un film che si colloca nel panorama commerciale più che artistico, quindi sia la fotografia che il montaggio non sono particolarmente degne di nota. Altro discorso, invece, è da farsi per la colonna sonora, che comprende sia brani degli anni Sessanta, come la bellissima Be my Baby di The Ronettes, e brani di quegli anni, come She’s like the wind dello stesso Patrick Swayze e la bellissima (I’ve had) the time of my life di Bill Meldley e Jennifer Warnes, brano che ha vinto un Oscar e un Golden Globe e che ha fatto vincere ai due interpreti il Grammy Award per il miglior duetto.

WILD THING (on dirty dancing blu-ray disc)
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post